Grandi Impianti: E’ il momento dell’Italia

La crescita del mercato fotovoltaico mondiale nei prossimi anni toccherà tutte le taglie di impianto, ma in particolare vedrà un forte incremento del segmento delle grandi installazioni.

Già nel 2019 il trend di crescita degli impianti utility scale dovrebbe essere almeno il doppio, in termini percentuali, rispetto a quello degli altri segmenti. Anche in Italia si vedono già i segnali di questa trasformazione: nelle settimane scorse abbiamo dato notizia sul nostro sito e sulle nostre pagine social di alcuni progetti che hanno preso il via relativi a installazioni da decine di MW.

Ma i progetti di cui abbiamo parlato rappresentano solo la punta dell’iceberg. Ce ne sono tanti altri intorno ai quali mancano ancora l’ufficialità ed elementi più certi per dare un nome ai player che saranno coinvolti come sviluppatori, installatori e fornitori di prodotti e servizi.

Inoltre a metà giugno la Commissione Europea ha finalmente approvato anche il nostro Decreto FER, che dovrebbe entrare in vigore nel prossimo futuro. Il mercato italiano attendeva questo decreto proprio nell’ottica di rafforzare la convenienza degli investimenti in impianti di grande taglia. Del resto, storicamente il nostro Paese ha una quota di grandi impianti inferiore a quella di altre importanti nazioni come Germania e Francia (per non parlare della Spagna) anche a causa di fattori legati alle caratteristiche del territorio.

 

In generale le previsioni di Solar Power Europe attribuiscono al mercato italiano una nuova potenza installata pari a 9,6 GW nel periodo 2019- 2023. Si tratta di una media di 1,9 GW all’anno che ci riporterebbe nel ristretto circolo dei Paesi che superano la quota di 1 GW di nuovi impianti nei dodici mesi (sono stati solo 11 nel 2018). Premesso che le previsioni non sono certezze, e che il mercato non è fatto dalle società di ricerca, ma dalle aziende che vi operano, è chiaro che un eventuale balzo in avanti così importante non può che arrivare in Italia dai grandi impianti.

 

E, attenzione, non sarà una crescita indolore. Le controversie sul capacity market, che di fatto collocano su fronti contrapposti il mondo delle fonti fossili o tradizionali e quello delle rinnovabili, conferma che è in atto una battaglia importante non tanto in merito alla direzione del cambiamento (sulla decarbonizzazione non ci sono più dubbi), ma sulla sua velocità e sul percorso.

 

In un recente comunicato stampa, Elettricità Futura ha lanciato un allarme chiaro: “L’attuale struttura del mercato non rende economicamente sostenibile il mantenimento in esercizio di impianti che comunque sono necessari per la gestione del sistema elettrico”. In questo quadro così complesso è arrivata una notizia che accelera il processo di transizione verso il sistema energetico del futuro: Sonnen ha lanciato un’offerta che le consente, in veste di aggregatore, di offrire ai membri della SonnenCommunity alcuni benefici economici derivanti dalla partecipazione ai servizi di stabilizzazione della rete elettrica nazionale.

 

Comincia a prendere forma il fotovoltaico del futuro.

 

DI DAVIDE BARTESAGHI per Solare B2B

 

Vuoi conoscere gli ultimi prezzi di un impianto fotovoltaico e la loro evoluzione tecnologica in termini di potenza e monitoraggio?

compila il form qui in basso per richiedere il tuo preventivo gratuito

 

RICHIEDI PREVENTIVO

Ho letto e compreso il documento sulla privacy

 

Valutazione di Google
4.9